Operatrice per risposte immediate
Logo completo webmds
Stampa adesso
vai alla pagina iniziale
cart shop




Vai ai contenuti

Menu principale:

Consulenza Vision

Formazione advice
Bacheca degli eventi
Rewing

Certificazione Vision dal consulente Aziendale


Si parla tanto di certificazione di qualità, di consulenze legate alla qualità, di qualità totale. Vi sono Aziende super specializzate nel customizzare i protocolli di certificazione di qualità, in grado di cucirli addosso ad un'azienda in maniera chiara, altre pronte a modulare l'Azienda in fase di StartUp direttamente in qualità, ma ognuna di loro presenta dei punti di forza che la rendono più o meno competitiva rispetto ad altre.

Certo come il credo per le religioni ognuna di loro professa il meglio: un servizio ottimizzato per il cliente, la standardizzazione dei processi in maniera metodica, precisa e
ripetitiva, che rendono il lavoro di mantenimento sicuro, tracciabile, chiaro in funzione dell'efficienza e del meglio operare. Purtroppo, l'attuazione dei protocolli, in prima istanza non facilita il lavoro di chi in Azienda deve prendere decisioni veloci di tipo economico finanziarie, deve intravvedere nuovi mercati e ciò che richiedono, nel più breve tempo possibile. Allora, viene spontaneo chiedersi: "Come  viene presa una decisione in maniera veloce, chi ha la responsabilità nel muovere i capitali, come si evolve lo sviluppo nelle necessità immediate?".


Quando nasce la necessità di intraprendere un cammino di conversione verso la qualità, un dirigente amministratore in primis si rivolge ad un consulente aziendale (Strutturista) per analizzare a stretto giro di corda quali sono le azioni da impartire e come avvicinarsi il più possibile ai protocolli di "Qualità", come fare per inizializzare il processo di conversione manteneto la velocità di regime per la sua Azienda, azioni che la rendono nel mercato ancora competitiva e in vita. Valuta i vantaggi ottenibili dall'acquisizione dei protocolli e il tempo necessario per metabolizzarli, poi inizia a verificare i costi dell'istruttoria, quelli del consulente esterno, l'impegno nell'affiancare delle figure responsabili in grado di guidarlo al meglio nei processi funzionali di conversione, facendo attenzione a non abbandonare ciò che di buono funziona, che mantengano in questa fase l'Azienda viva e presente sul mercato per programmarne la crescita.

Insieme queste figure valutano i pacchetti di gestione che sono implementabili, le professionalità esterne, le aziende partner che seguono il marketing, quelle fornitrici e i clienti; insomma diventa davvero un lavoro di cesellatura il dover implementarle un sistema di regole in  un tempo breve, necessario e utile a far divenire funzionali le azioni di business, tenendo presente e alta l'immagine. I tanti altri parametri che affioreranno come problemi durante la certificazione che, se non risolti, andranno a minare la crescita futura programmata, che resta l'obiettivo comune. Emergeranno le difficoltà scoraggianti che alimenteranno domande sul senso o meno di questa implementazione immediata, l'assimilazione dei processi di qualità nel sistema di produzione e vendita, praticata in pieno business. La domanda che alimenterà i dubbi del personale e dei dirigenti sarà:"E' proprio necessaria in questo momento?".

La risposta mia personale come consulente Aziendale è di SI, perchè essere efficienti quando il business cresce in maniera esponenziale significa evitare in maniera mirata ciò che genera più costi in assoluto in Azienda: il personale che si sovrappone nei compiti;

impiegare figure aggiuntive inutili generano solo costi per processi ripetitivi gestibili da regole con automatica semplicità, semplicemente implementando gli strumenti giusti, senza mettere a rischio con blocchi la produzione, questo è il nostro lavoro, che ci sforziamo di spiegare per grandi linee in questo sito in toto!

Chiaramente l'azione viene fatta con dovute precauzione, con il metro di chi lo ha gia protocollato e lo utilizza al  meglio. Come per il discorso del paninaro che facevo come esempio e dei suoi "panini", per me vale sempre la stessa regola: solo chi ne fa uso e li mangia sa fare una cernita di qualità adeguata e quindi capace di prepararli di quelli più buoni per venderli al meglio. Personalmente per le scelte prese nel corso di questi anni dalle mie prime certificazioni ad oggi, vedo la certificazione di qualità come  prodotto vendibile con pro e contro, comunque  legata al momento e alla necessità che incombe.


Cosa intendo lo spiego velocemente:
rappresentandomi in una figura da amministratore aziendale dico che risparmiare sui costi è fondamentale,  come produttore ritengo che produrre a costi inferiori mina la qualità del prodotto finito, come venditore ritengo che artigianare un prodotto in casa costa più di un Brand competitivo già funzionale e non conviene, come consulente marketing ritengo che una macchina più costosa e veloce e confortevole si ripaga sempre se si ha necessità di correre, per cui la compro! Infatti la figura del consulente ha questo scopo, valutare se è necessario o meno prendere una macchina migliore più veloce, se questa serve a necessità appurate, ad aumentare l'autostima e migliorare il rendimento operativo, infatti è gratificante e serve a costruisce un'immagine di rappresentanza migliore.

Dove paro? Paro innnanzitutto tra i pali, (come fa un buon portiere) poi se uscire in acrobazia lo valutiamo all'occorrenza. Questo anedotino che ci presenta come portieri di una squadra rende come esempio e disegna al meglio la necessità di una consulenza strutturistica che vede: il tipo di certificazione da implementare, come implementarla, chi la deve fornire, con quale costo, se più competitivo, con quale tipo di filosofia, di quanto tempo ha bisogno per essere calibrata per implementarla in Azienda, ma soprattutto se è necessaria in questo momento.

Dopo aver fatto questa valutazione, saprò per certo se è di immediata necessità, per evitare errori e costi; la figura di un consulente esperto, evita lo spreco di energia, una bella pianificazione in preanalisi, sarà costata pochissimo e l'intervento mirato prenderà forma nel modo migliore e con il minimo errore, tanto da avviare un upgrade aziendale e la progettazione una nuova o rinnovata immagine.
Quindi, valutare un pacchetto promozione potrebbe essere la scelta giusta in questi casi, così da rinnovare i settori responsabili nella crescita in qualità, esplosione di professionalità che in Azienda non deve mancare mai.
   



forward
Il Meteo Bovino
ascolta le migliori radio FM
Locazione azienda Webmds
Marketing sito posizione
Azienda nome posizione locazione
FAQ
Torna ai contenuti | Torna al menu